domenica 28 febbraio 2010

Dorama questo sconosciuto....

I Dorama sono semplicemente le serie televisive giapponesi. In poche parole i nostri telefilm. Il termine dorama è un neologismo giapponese che nasce dall'adattamento del termine inglese drama alla fonetica giapponese.

Come quelli occidentali, trattano i più svariati temi, da quelli comici a quelli drammatici, e molto spesso i oorama tratti da manga o anime famosi. In alcuni casi però puo accadere anche il contrario per i dorama molto popolari.
Caratteristica peculiare dei telefilm orientali, rispetto ai fratelli occidentali è la loro brevità: in media una serie tv ha 11 episodi, e difficilmente superano i 13 episodi.
Le serie quindi vengono organizzate nel palinsesto televisivo in concomitanza con le stagioni in modo da avere un dorama che inizia a primavera, e termina prima dell'estate, e cosi via.

Consigli vivamente la visione, alcuni dorama sono veramente geniali,:
in particolare il mio consiglio va a chi cercando d'imparare la lingua giapponese, per esperienza personale, sono più comprensibili degli anime e si possono imparare espressioni molto utili per la conversazione quotidiana che nei libri non trovereste mai.

sabato 27 febbraio 2010

Elettricità:


La tensione utilizzata in tutto il Giappone è unificata a 100 volt AC.

Ci sono due tipi di frequenze in uso; 50 Hertz nella parte orientale del Giappone, e 60 Hertz nel Giappone occidentale (tra cui Nagoya, Kyoto e Osaka). 

giovedì 25 febbraio 2010

Si puo’ visitare il giappone senza spendere tanto!!!

So che può sembrare un'affermazione un po sconcertante, ma vi assicuro che è veritiera!

Se state leggendo queste poche righe, probabilmente siete interessati a buttarvi in un'avventura che ha per meta il Giappone.

La prima volta che sono finito in nel paese del sol levante è stato un po per caso, ma sono rimasto talmente affascinato da quel paese pieno di contraddizioni, che riesce a fonderle perfettamente, che da qualche anno organizzo con i miei amici otaku viaggi alla scoperta del paese dei Manga!!!

Quindi vi posso assicurare che non è impossibile riuscire a spendere il giusto per un viaggio che per molti è la realizzazione di un sogno.

In realtà per il Giappone non era una meta che m'interessava, anche perchè ero convinto come molti che fosse un viaggio costosissimo, fuori dalla mia portata di studente squattrinato e le agenzie di viaggio tendenzialmente mi davano ragione proponendo prezzi di volo e alloggio proibitivi... l'idea che i miei pochi risparmi potessero andare in fumo... la rendevano fuori dai miei interessi.

Nel 2004 arrivo il miracolo, un pacchetto tutto compreso a 730 euro per una settimana... neanche a dirlo l'ho preso al volo (hehe) e sono partito con un mio caro amico, senza sapere ne quello che ci aspettava, ne una parola di giapponese.

Fu cosi che giunto la, in quel luogo che per me che vivevo in un piccolo paese era un atro mondo, mi resi conto girando per le strade, destreggiandomi tra gesti ed inchini, le immense possibilità di quella meta.

Tokyo nonostante sia una delle città più care del mondo, ha sistemazioni per tutte le tasche, luoghi per mangiare dove un menu costa veramente poco. naturalmente bisogna cercare un po e adattarsi, ma con un po di pazienza potrete avere più soldi da spendere per lo shopping ^-^ !!!!

martedì 2 febbraio 2010

Setsubun:

"Oni ha soto, fuku ha uchi"

Ogni anno il 3 di Febbraio in Giappone si festeggia il Setsubun.
Quest’antica festa nasce per celebrare la fine dell’inverono e l’arrivo della primavera e trova le sue origine nell’antico calendario lunare, dove in questo giorno veniva convenzionalmente indicato l’inizio dell’anno.

In molte città si organizzano matsuri ( feste tradizionali ) che variano da città e città, e i giapponesi compiono dei riti che possono apparire all’occhio occidentale un po’ curiosi!
Tra tutti i riti celebrati in questo giorno, il più famoso è il mamemaki, ovvero il lancio dei fagioli di soia per scacciare, dal nuovo periodo a cui si va incontro, le forze maligne e negative.

Il rito si svolge più o meno cosi:

Un membro della famiglia, lancia dei fagioli di soia tostati, addosso ad un altro membro della famiglia che indossa una maschera di Oni ( demone mitologico ), intonando una cantilena rituale "Oni ha soto, fuku ha uchi" che si può tradurre con “Il demone è fuori, la fortuna è dentro”. Con questo ritornello si vuole esorcizzare la casa dalla negatività, e al contempo attrarre a se la fortuna.

Nelle scuole elementari, spesso questo rito viene svolto dai bambini, con la collaborazione di un adulto che interpreta l’Oni.
Alla fine del rito solitamente ogni persona mangia un numero di fagioli pari alla propria età, pregando per la buona fortuna.
Anche nei manga e negli anime, spesso appaiono riferimenti a questa tradizione, cosi da renderla popolare anche hai non giapponesi.



Donazioni

Etichette

Curiosità (95) Informazioni Utili (52) japan News (27) Video (20) Preparativi (19) Un angolo di Giappone in Italia (19) TV (18) Anime (15) Robottoni (14) Giappone 2012 (13) Giappone 2011 (12) Tour (12) Giappone 2014 (11) Gundam (11) Esperienze Personali (10) Feste Tradizioneli (10) Giappone 2015 (10) Giappone 2010 (8) Novità dal blog (8) Primavera 2015 (8) Eventi Anime (7) Giappone 2016 (7) Giochi Tradizionali (7) 2017 (6) Drama (6) Gadget (6) Game (6) Mobile in Giappone (6) Giappone 2013 (5) One Piece (5) drink (5) Cibo (4) Eventi (4) Sport Tradizionali (4) Il Giappone nel Mondo (3) Sondaggio (3) Studiare in Giappone (3) film (3) Cosplay (2) Detective Conan (2) Evangelion (2) Leggende (2) Libri e Autori (2) Multi Lingua (2) Musica (2) Olimpiadi (2) Parchi a Tema (2) Tokyo 2020 (2) cucina (2) ringraziamenti (2) tgs2016 (2) Digimon Universe (1) Doamaiger D (1) Dungeon ni Deai wo Motomeru no wa Machigatteiru no Darou ka? (1) Enmusubi no Youko-chan (1) Fate / Apocrypha (1) Food (1) Gallery (1) Informazioni Blog (1) ItaliaVSJapan (1) Kakeguri (1) Katsugeki / Touken Ranbu (1) Kekkai Sensen (1) Lucca Comics (1) Lupin III (1) Nagato Yuki-chan no Shoushitsu: (1) Oggetti Tradizionali (1) Osamu Tezuka (1) Owari no Seraph (1) Patlabor (1) RE:CREATORS (1) Raccolata Fondi (1) Re-Kan! (1) Rifessioni (1) Robot Girls Z+ (1) Saint Seiya (1) Simboli del Giappone (1) Snack (1) Stagione Estiva (1) Studio Ghibli (1) Sushi (1) TGS (1) Tatsunoko (1) Tiger Mask W. (1) Time Bokan 24 (1) TimeBokan (1) Vampire Holmes (1) immagini (1) kimi non nawa (1) movie (1) one-piece (1)

regolamanto

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.Inoltre non è responsabile dei servizi, hosting, dati, materiali, e contenuti di links segnalati. Non promuove la pirateria, i materiali coperti da copyright o i diritti non pagati da questo o quel sito. Le scelte e le responsabilità incontrollabili di siti esterni non sono a carico nostro. Ciascun commento inserito nei post viene lasciato dall'autore dello stesso accettandone ogni eventuale responsabilità civile e penale. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, comunicatecelo provvederemo alla loro pronta rimozione. Qualora si ritenga che le informazioni contenute nei post siano errate o lesive nei confronti di terzi comunicatecelo lo rettificheremo e modificheremo laddove necessario.

* Pray For Japan *

--------------------------------------------------------------